Arrondissements Parigini: XIX Arrondissement

Il 19° Arrondissement di Parigi conta circa 173.000 abitanti distribuiti su una superficie di circa 679 Ha. e comprende i quartieri di AmériqueCombat, Pont-de-Flandres e Villette.

Situato al limite Nord-Est della città, confina con i comuni di Aubervilliers, Pantin e Le Pré-Saint-Gervais e risulta molto interessante sia per la sua architettura sia perchè è attraversato dai canali di l'Ourcq e Saint-Denis, nei cui pressi spesso si organizzano degli spettacoli.

Di seguito un elenco di posti da vedere e luoghi da visitare in questo arrondissement (monumenti, musei, giardini, piazze, strade, ecc.):

  • Parc de la Villette: Il più grande parco di Parigi, ha una superficie di circa 55 Ha. e si estende sull'area dell'antico mattatoio. Questo non è un parco comune come si è abituati a vedere, il verde e lo spazio sono solo il contorno di un'area tecnologica, l'architettura è moderna e geometrica, gli spazi sono pensati per stupire ed emozionare i visitatori ed i colori e materiali sono all'insegna dell'alta tecnologia. Il parco riveste un'importanza europea anche perchè in questa zona si trovano:
    • la Cité des Sciences et de l'Industries (Città delle Scienze e dell'Industria);
    • la Cité de la Musique (Città della Musica), una vera e propria città, dove scoprire le più recenti innovazioni tecnologiche in tema di musica, nonchè l’omonimo museo che custodisce il pianoforte di Chopin ed una chitarra appartenuta a Paganini.
    • il Conservatoire National Supérieur de Musique et de Danse de Paris (Conservatorio Nazionale Superiore di Musica e di Danza di Parigi), situato in un edificio originariamente derivato dall'antico Conservatoire de Paris, viene indicato comunemente con l'acronimo CNSMDP;
  • Parc des Buttes-Chaumont: Con una superficie di circa 25 Ha., è per estensione il terzo di Parigi, dopo il sopracitato Parc de la Villette ed i Jardin des Tuileries situati nel 1° arrondissemnt. Il parco fu realizzato nel 1867, sotto il regno di Napoleone III dal Barone Haussmann coadiuvato dall'architetto Adolphe Alphand, il quale aveva preso parte anche al progetto del bois de Boulogne, ed è situato su un'antica cava di gesso. Questo grande parco, oltre ad essere molto romantico, contiene attrazioni soprattutto per i più piccoli, da un vasto giardino verde con piante ed alberi di numerose varietà, tra cui spicca un platano orientale (piantato nel 1862 e che ora misura circa 40 mt. di altezza per circa 6,5 mt. di circonferenza),   alle tantissime varietà di essenze che lo rendono il più ricco di Parigi per questo aspetto, ai moltissimi uccelli di specie diverse che popolano o transitano nel parco, ad una cascata di oltre 30 mt., le cui acque provengono dal Canale Saint Martin e che confluiscono, tramite due ruscelli, in un meraviglioso laghetto popolato da pesci e da anatre, cigni, aironi, ecc.. Inoltre, in cima alla cascata, sull'Île du Belvédère, si trova il piccolo Tempio della Sybille, da cui si può godere di un panorama mozzafiato su Parigi. Al tempio, che richiama l'omonimo Tempio di Sibilla di Tivoli, si può accedere tramite due ponti per poi ridiscendere al lago tramite i 173 gradini di una scalinata scavata nella roccia. Sempre nella roccia è presente una grande grotta di circa 20 mt. di altezza per 14 mt. di larghezza, al cui interno si possono ammirare degli stalattiti anche di 8 mt.. Infine nel parco vi è anche un teatro dei burattini e 3 ristoranti.
  • Regard de la Lanterne: è un'antica struttura in pietra, risalente tra il 1583 ed il 1613, di forma cilindrica con una cupola ed una lanterna in cima. Serviva per accedere, tramite una doppia scalinata, al bacino di raccolta principale dell'acquedotto di Belleville. L'acqua veniva poi convogliata per gli abitanti della riva destra della Senna. Dal 4 Novembre 1899 è stato dichiarato monumento storico.

 





 
Copyright © Parigi.eu - Tutti i diritti riservati