Itinerari Parigini: Montmartre

montmartre.jpg"Montmartre" è una collina nel nord di Parigi, nel "XVIII arrondissement", conosciuta non solo come luogo di leggenda ma anche perché qui ci furono importanti avvenimenti storici.

Basti pensare che durante i giorni della Rivoluzione francese il colle assunse il nome del capo rivoluzionario Jean Paul Marat: "Mont Marat", e fu qui che ebbe origine l'insurrezione del 1871, detta anche la Comune di Parigi.

Inoltre prima della fine del secolo scorso su questo colle si insediò una comunità di artisti che richiamarono da ogni dove pittori, cantanti, scrittori e vari artisti fra i quali: Monet, Van Gogh, Picasso, ecc..

Alla fine del XIX secolo era il quartiere dell'arte e della trasgressione. Oltre alla famosa "Basilique du Sacre Coeur", tra le cose più interessanti da vedere a "Montmartre" c'è il "Cimetière de Montmartre", "Place du Tertre" ed un piccolo vigneto che cresce in pendenza nel bel mezzo della collina.

Al "Cimetière de Montmartre" si trovano tombe di molti artisti famosi, come gli scrittori Stendhal, Dumas e Zola, il regista Francois Truffaut, gli artisti Fragonard e Degas.

Tra i posti più particolari, c'è "Place du Tertre" dove si riuniscono tutti gli artisti di strada e le bancarelle tipiche di "Montmartre".
Ai piedi della collina c'è il quartiere a luci rosse di "Pigalle" dove si trova anche il "Moulin Rouge".

Altre caratteristiche sono l'immenso spazio verde, le vigne, i mulini ed i mercati, tra cui citiamo il Marché Barbès, specializzato in prodotti tipici africani.

Qui si celebra ogni anno, sin dal 1934, la Festa della vendemmia di Montmartre, un evento gastronomico che richiama migliaia di turisti che partecipano all'asta delle bottiglie di vino prodotte dall'uva dei vigneti della zona proprio per questa ricorrenza. Il vino viene imbottigliato ed invecchiato nei locali del municipio, le bottiglie vengono poi dipinte da vari artisti, nel passato all'iniziativa partecipò anche Modigliani. La festa si svolge in un week end agli inizi di Ottobre ed i proventi vengono devoluti ad opere sociali del XVIII arrondissement.

Pigalle è una zona di Parigi attorno a Place Pigalle, sul confine tra il IX e il XVIII arrondissements, che prende il nome dallo scultore Jean-Baptiste Pigalle (17141785). La zona è famosa per essere un quartiere a luci rosse, con molti toy shop in Place Pigalle e nei principali boulevard, e prostitute che operano nelle strade laterali. La reputazione licenziosa del quartiere portò, durante la seconda guerra mondiale, al soprannome Pig Alley (Vicolo dei maiali, in inglese), da parte dei soldati alleati che vi si recavano in cerca di divertimento.

A Pigalle si trovano anche alcune importanti sale da spettacolo:

Inaspettatamente, l'area a sud di Place Pigalle non è dedicata al commercio sessuale, ma alla vendita di strumenti ed equipaggiamento musicale. Una parte di Rue de Douai consiste unicamente di negozi che vendono chitarre, batterie e accessori musicali.

In questo quartiere si trovava lo studio di Toulouse-Lautrec. Anche artisti come Pablo Picasso e Maurice Neumont vi vissero in passato. È possibile vedervi i lavori di Salvador Dalí nel vicino Espace Dalí.

Fu anche sede del teatro Grand Guignol, che chiuse nel 1962, ma la cui struttura è ancora presente. Vi si trova anche il Musée de l'érotisme (Museo dell'erotismo), la prima esposizione d'arte ed oggettistica erotica d'Europa, fondato nel 1896 e situato al 72 di Boulevard de Clichy.

Pigalle è un posto ben noto ai turisti che vogliono sperimentare la "Parigi di notte". Questa zona di Montmartre è da lungo tempo nota per i suoi locali osé. Vi si trovano alcuni dei più famosi cabaret di Parigi (il "Moulin Rouge," ad esempio, venne immortalato da Toulouse-Lautrec e da alcuni film di Hollywood), o altri locali con spettacoli di topless o nudo integrale maschile e femminile. Oltre i numerosi e storici locali a luci rosse, Pigalle ospita una grande concentrazione di esercizi commerciali che vendono materiali per adulti. Molti di questi, esibiscono anche la merce in vetrina. Tra questi, "La Princesse sur le petit pois" (la Principessa sul pisello), il più grande esercizio del mondo, esclusivamente dedicato alla vendita dei vibratori, dildi e falli artificiali, di ogni forma e dimensione.

Place Pigalle e la zona circostante sono raggiungibili con le linee 2 e 12 del Métro e con numerose linee di autobus: 30 e 54 dalla Gare du Nord e Gare de l'est; 67 dal centro città (Châtelet, Hôtel de Ville). Inoltre, nella piazza si trova il capolinea del Montmartrobus, una linea turistica al servizio della zona di Montmartre.

Nel 1994 venne girato un film intitolato Pigalle, ambientato nel quartiere e con protagonisti Véra Briole e Francis Renauld. Edith Piaf incise un disco intitolato La Rue Pigalle. L'episodio del film Paris je t'aime, diretto da Richard Lagravense e interpretato da Fanny Ardant e Bob Hoskins, è ambientato nelle strade adiacenti Place Pigalle.





 
Copyright © Parigi.eu - Tutti i diritti riservati