Musei Parigini: Guimet

Il Museo Guimet delle Arti Orientali presenta sobrietà ed eleganza, insieme al rifiuto d'ogni tipo di facile esotismo.

Progettato dagli architetti Henri e Bruno Gaudin, vincitori del concorso per il restauro di uno dei dodici maggiori musei francesi, il museo racchiude la più vasta ed importante collezione di tesori dell'arte e dell'archeologia asiatica, provenienti da diciassette antichi paesi, tra cui citiamo l’Afghanistan, il Giappone, la Corea, la Cambogia, il Tibet e l’Himalaya, insomma, dalle regioni d'Asia Centrale all'India fino all'Estremo Oriente ed ai paesi del Sud-Est asiatico.
Guimet stesso cominciò a collezionarle nel 1876, durante un viaggio in Asia.

Il Guimet presenta molti piani, ognuno dedicato ad un'area geografica.

  • Al pian terreno vi sono oltre ad un negozio pieno di articoli e libri, due gallerie, delle quali una è dedicata all’arte indiana e una all’arte del sud-est asiatico.
  • Al secondo piano sono ospitate diverse collezioni. Si va dall'arte della Cina antica a quella del Pakistan-Afghanistan passando per Nepal e Tibet. Qui vi sono oggetti come ceramiche cinesi del V secolo prima di Cristo e oggetti decorativi indiani del XIX secolo.
  • Il terzo piano è diviso tra Cina, Giappone e Corea. La sezione dedicata al Giappone è ricca di sculture del periodo 710-794 e di arte grafica dal periodo 1603-1868. Per quanto riguarda la Cina trovate esempi di pittura, arti decorative, arti grafiche e calligrafiche.
  • Negli ultimi due piani trovate solo piccole gallerie dedicate alla Cina. Sono qui immancabili i fantastici paravento ed il prezioso vasellame.




 
Copyright © Parigi.eu - Tutti i diritti riservati